logo noreg logo rete

<<

Legge di Attrazione, come formulare un desiderio che funzioni

2018-09-23

Legge di attrazione, come esprimere un desiderio

 

Ciao e ben ritrovati. Oggi parliamo della legge di attrazione. Argomento molto interessante, non ne avevo ancora parlato perché a me piace parlare di cose che ho sperimentato in prima persona. Non mi basta avere una conoscenza solo teorica. Mi sono però accorto di recente, che in effetti ho usato la legge di attrazione senza rendermene conto, diversi anni fa, con risultati direi ottimi.

E sempre di recente ho constatato come il focalizzarsi su cose diverse cambi in effetti la realtà che vivi. Partiamo quindi con questo primo video sulla legge di attrazione. In particolare, vedremo come esprimere un desiderio, che tipo di desiderio possiamo esprimere e come, e perché spesso questa cosa non funziona per niente.

Inziamo con il capire di cosa stiamo parlando.

Avete mai notato che alcune persone sono sempre negative e attirano negatività, in un circolo vizioso senza fine?

Donne che si lamentano di come gli uomini siano egoisti e le trascurino, e puntualmente trovano uomini egoisti che le trascurano, sembra che li trovino tutti solo loro.

Gente che passa le giornate a lamentarsi, sui social e nella vita reale, e puntualmente si ritrova in situazioni di cui lamentarsi e a frequentare persone di cui lamentarsi.

Altre persone invece, non ci scommetteresti un centesimo, sembrano così semplici, limitate, non tanto belle e men che mai intelligenti, eppure possibile che gli va sempre tutto bene? Come fanno ad avere una fidanzata, un lavoro e tante altre cose che tu, che sei tanto migliore di loro non riesci ad avere? E ti lamenti per questo, e pensi che la vita sia ingiusta, e puntualmente attiri altra negatività.

Qualcuno a questo punto avrà pensato: evidentemente c’è un legame di causa effetto tra quello che abbiamo dentro, e che influenza il nostro modo di vedere le cose, e quindi di agire, e quello che otteniamo.

In effetti, i legami tra le cose che esistono intorno a noi sono tantissimi e molti di essi non li vediamo per niente. Basti pensare all’esempio della cantante lirica che riesce a rompere un bicchiere di cristallo con la sua voce. Il bicchiere ha una struttura molecolare, che in quel momento entra in risonanza con il suono emesso dalla cantante.

Molti infatti hanno studiato questo principio di attrazione avendo come guida proprio il concetto di risonanza tra frequenze uguali.

Sostenendo che se una persona vibra ad una determinata frequenza, attarrà tutto ciò che vibra a quella stessa frequenza.

E questa è una prima immagine molto affascinante e chiara.

Ovviamente, i concetti che noi esprimiamo a parole, tipo “ricchezza”, “felicità”, “aggressività”, “negatività”, per non parlare dell’”amore”, sono dei concetti talmente generali e spesso soggettivi, che è impossibile parlare di una frequenza precisa.

E qui c’è il primo grande errore che molti fanno.

Il secondo, ve lo anticipo subito, è confondere la parte conscia della nostra mente, con quella inconscia. E, come molti dicono, confodere l’ego con l’anima. Ma ci arriviamo presto.

Arriviamo al dunque. Voi avete sentito, guardando qualche video, tipo il famoso video “the secret”, che c’è un metodo per ottenere quello che volete dalla vita, semplicemente desiderandolo.

Niente di tutto questo, sennò tutti gli uomini che passano ore a sognare una compagnia femminile, ne attirerebbero a volontà. Ma non succede.

E’ verissimo invece che certi meccansimi che accadono dentro di noi, e che sono radicati nel nostro essere più interno e profondo, ossia la nostra parte inconscia, quella che regola i nostri automatismi di base, riescono ad influenzare la realtà che viviamo. Attenzione, non la realtà che esiste, ma quella che noi viviamo. Vi faccio due esempi banali.

Devi andare ad una festa, quel giorno sei sfiduciato, insicuro, hai paura di fare una figuraccia, quindi quando vai alla festa sei noiosissimo, metti ansia, nessuno ti cerca e fai una figuraccia.

Oppure quel giorno ti senti in forma, sicuro di te e in pace con il mondo, e alla festa ti diverti e tutti cercano la tua compagnia.

Altro esempio. Cammini per la strada, c’è un bivio. Da una parte si va verso un nuovo centro commerciale, dall’altra c’è una piazzetta dove qualcuno sta spacciando droga.

La persona positiva vede la strada con il centro commerciale, entra, e trova in offerta speciale con il 50% di sconto quella videocamera che voleva comprare da mesi. La compra, fa dei video, i video hanno successo, etc.

La persona negativa vede invece la piazzetta dove spacciano droga. Comincia a lamentarsi che è uno scandalo, non si può girare per strada tranquilli, che certa gente non dovrebbe venire in Italia a delinquere. E di lì, ben che vada se ne torna a casa incazzato.

Come vedete, la nostra percezione della realtà è molto soggettiva, e quindi anche la nostra capacità di vedere le opportunità che abbiamo di fronte.

La seconda persona ha visto solo la strada negativa perché era focalizzata sul negativo, sulla lamentela, sul senso di ingiustizia subita.

Ora, questi esempi sono molto semplificati, in realtà scordatevi di poter controllare razionalmente con il solo ragionamento queste cose.

Se volete che cambi la vostra vibrazione di base, e quindi, in qualche modo, attirare le persone e le situazioni che vi portano verso realtà che hanno quella stessa vibrazione, una cosa che potete fare, ed è l’argomento principale di questo video, è formulare dentro di voi un desiderio, con la speranza che vi porti in quella direzione, che vi metta in risonanza con quello che desiderate, e per la legge di attrazione, vi avvicini in pratica a quello che desiderate.

Come deve essere formulato questo desiderio se volete sperare che funzioni?

1) Non usate la negazione. Il vostro cervello non riconosce la negazione.

Non ci credi? Chiudi gli occhi e ascoltami. Prova a pensare a un’automobile gialla molto grande. Riapri gli occhi. Ora richiudili e ascoltami. Prova ora a non pensare ad una gallina che scrive sulla tastiera di un computer. Bene, se hai immaginto la gallina da tastiera che scrive, hai visto come il nostro cervello si focalizza su quello che pensi, a prescindere dal fatto che sia un pensiero positivo o negativo. Quindi, i desideri vanno formulati in positivo.

Se dici “io non voglio soffrire”, stai dicendo alla tua mente che sei focalizzato sulla sofferenza, quindi attrarrai sofferenza. Cambia la frase in “voglio essere felice”.

2) Il desiderio deve essere diretto, esplicito, molto dettagliato. Molti dicono “voglio diventare ricco”. Troppo generico, e troppo poco diretto. I soldi sono un mezzo non un fine. Cosa vuoi fare con quei soldi? “Voglio fare il figo e così trovare un sacco di belle donne”. Allora cambia il tuo desiderio in “voglio trovare un sacco di belle donne”. E cosa vuoi fare con queste belle donne? Cantargli la serenata? No? E allora, niente pudori, immagina nei dettagli cosa stai facendo con questa donna. Cerca di vivere nella tua mente, nel modo piu esplicito, dettagliato, particolareggiato, quello che stai provando in quel momento.

Io non credo che uno sciamano sia in grado di fare piovere, solo concentrandosi. Ma comunque, lo sai cosa fa uno sciamano quando vuol fare piovere? Si concentra in modo totale, e vive con l’immaginazione la pioggia, mentre gli scorre sulla testa, e lo bagna, riesce a percepire il rumore, la temperatura, la sensazione di bagnato, come fossero reali.

3) Focalizzati sull’emozione. Quando sei con la donna dei tuoi sogni a fare quello che vorresti, che emozione stai provando? Senti quel senso di enorme gioia che hai sentito altre volte in vita tua, nei tuoi momenti piu felici, che purtroppo spesso sono molto pochi? Oppure se vuoi dei soldi perché cerchi sicurezza, lascia perdere i soldi e concentrai su quella sensazione di sicurezza, sull’emozione che ti da. Pensa a quando ti svegli la mattina e anziché dire “devo darmi da fare perché tra un mese non avrà da mangiare”, puoi dire “che bello, finchè vivo avrò tutto quello che voglio, in abbondanza”. Lascia perdere il come questo potrebbe avvenire, focalizzati sulla sensazione. Per me, potebbe essere simile a quando a natale mi regalarono tomb raider e passai le feste in un mondo incantato dove non avevo altro pensiero che esplorare quegli ambienti fantastici, senza alcuna preoccupazione per il mio futuro.

4) Il desiderio non deve contrastare con la tua anima. Deve essere qualcosa che veramente desideri nel profondo di te stesso. Oggi purtroppo viviamo in una società basata sull’ipocrisia, dove fin da piccoli l’educazione ci mette dentro un sacco di sensi di colpa assurdi e limitanti, che noi purtroppo interiorizziamo nel nostro inconscio. Quindi non ci realizziamo mai perché nel nostro profondo siamo convinti di non meritarlo, finiamo per relazionarci con persone che ci fanno soffrire perché siamo convinti che siano le uniche adatte a noi. Vogliamo ottenere le cose solo per la soddisfazione di avercela fatta, ma una volta ottenute non ci bastano mai e vogliamo altro. Quest’ultimo meccanismo riguarda il nostro ego, non la nostra anima. Quindi, eliminate pure tutti i desideri negativi, di rivalsa, tipo “voglio essere invidiato da tutti”, perché alla vostra anima più profonda in realtà non interessano queste cose.

Ancora una volta, siate positivi e desiderate cose positive, per voi stessi e per gli altri. E quando immaginando il vostro desiderio, sentite una gioia pura, fortissima, che vi fa dire “dio, datemi ancora di questa droga”, allora siete vicini alla meta.

5) Vivete l’emozione in prima persona. Questo dovreste già averlo intuito dai punti precedenti ma lo ribadisco: non immaginate una scena che voi vedete dall’esterno, dovete viverla da protagonisti, perché deve riguardare voi in prima persona, anzi deve riguardare le vostre piu intime ed istintive emozioni. In quel momento voi non pensate, voi non osservate, voi provate qualcosa.

 

Ora, vi siete concentrati, avete immaginato, state provando quella sensazione di gioia che vi emoziona nel profondo, che è in sintonia con voi. Che si può chiamare libertà, sicurezza, pace, intensità. Deve essere un’emozione molto semplice. Bene, ora siete molto vicini ad un qualcosa di definibile ed indentificabile a livello cosmico. Quel qualcosa che avevamo chiamato frequenza, vibrazione. Quel qualcosa che ora stiamo chiamando emozione. Quel qualcosa che si spera attiri altre cose simili a lei.

Se riuscite a provare quell’emozione per un certo numero di secondi, c’è ci dice 18 circa, questo andrà ad agire sulla vostra parte piu interna e modificherà la vostra frequenza interiore.

Potete anche cercare di vedere questa emozione come una palla luminosa, di quella luce che per quanto intensa non da mai noia, e poi vederla esplodere ed espandersi per l’universo, e ricadere dappertutto anche su di voi. Una specie di orgasmo cosmico.

Esprimendo questi desideri emozionali, può darsi che il vostro modo di vedere la realtà col tempo cambi, permettendovi di attirare persone, e situazioni, che renderanno possibile vivere quelle emozioni.

Almemo questo è ciò che vi auguro. Siate positivi, nei vostri sogni sperimentate l’abbondanza, la gratitudine, la positività. Finirete per focalizzarvi su queste cose, e forse le attirerete.

 

Rimane solo una cosa da dire. Avevo detto che una volta avevo sperimentato con successo questa cosa. Quando è stato? E’ stato quando ho smesso di fumare. Ricordo che all’epoca non avevo la minima idea di come avrei fatto e lo trovavo quasi impossibile, o comunque ero preparato a soffrire per la mancanza della sigaretta.

Un giorno invece pensai “come sarebbe bello non avere piu bisogno di fumare. Essere libero.”. Ora devo uscire in terrazzo per fumare, piove, fa freddo, che palle. Che bello sarebbe poter rimanere tranquillo qui dentro quanto mi pare, in tranquillità. Ed ho immaginato questa cosa, questa emozione di libertà, in modo sempre piu intenso.

Questo mi ha messo sulla giusta strada, è andato ad agire nella mia parte inonscia, finchè un giorno, ho smesso.

Dopo aver smesso, ho pensato che avrei voluto scivere un libro sull’argomento, aiutare altri a smettere. Pensavo alla sensazione di vedere tanta gente che smetteva di fumare, che mi ringraziava.

Poche settimane dopo ho tirato fuori la mia vecchia tastiera e mi sono messo a suonare. Cosa c’entra direte voi? Beh, c’entra, perché ho aperto un canale youtube per caricare i miei pezzi, quindi mi sono appassionato a youtube, ho visto dei video, ho deciso di aprire un canale così per fare, dove caricare scenette, cose folli. Questo canale. Poi ho iniziato a fare vlog, ho conosciuto persone, ho iniziato a parlare tra le altre cose di tabagismo. Finchè alcuni video sono stati condivisi, e ad oggi il mio canale è tra i primi in Italia sull’argomento. E chissà.

Ragazzi, non so se imparare a vibrare alla giusta frequenza sia la soluzione di tutti i mali. Di sicuro, vibrare alla frequenza sbagliata ne è la causa.

E l’errore fondamentale è pensare sempre che sia colpa di qualcuno o di qualcosa che è esterna a noi. E che noi non possiamo farci niente.

Ma in questo modo, state solo dando a qualcun altro o a qualcos’altro il potere di rendervi infelici.

Non è che non dipende da voi, è semplicemente che voi non sapete come dipende da voi.  Ma come avete visto, non sempre è essenziale saperlo.

E non sempre è umanamente possibile. Accettate il fatto di non poter controllare e spiegare tutto, cambiate la vostra frequenza interiore per sintonizzarla su quello che volete davvero, e buttatevi nella vita.


<<


<< HOME